RSS

Archivi categoria: Sport

Scudetto del milan num 18


image

Il milan ha appena vinto il suo 18 scudetto. Potevo non spendere qualche riga a riguardo?  Da buon milanista direi di no. Gli ultimi minuti sono stati davvero sofferti. Nel compenso la Roma é stata più minacciosa nel primo tempo, il milan ha tenuto possesso palla. Il secondo tempo il milan con l’ingresso di Ambrosini ha cambiato volto. Si é fatto avanti e si é visto. Un palo di Robinho, Boateng e’ andato quasi in gol. Il milan ha mantenuto il possesso ed ha iniziato a pressare maggiormente l’avversario. Entra Pato, spero in un gol che non arriva. Al 45 vengono segnalati 5 min di recupero! Panico nel mio volto! Finalmente arriva il fischio finale. Allora si,  ci credo il milan ha ottenuto il suo 18-esimo tricolore. E’ festa!!!! Ma Galliani frena gli animi posticipando all’incontro con il Palermo. Chi sta scrivendo e’ un ragazzo di Palermo che ha sempre avuto una sola squadra nel cuore ovviamente il milan. A Milano si festeggia io ho l’ho fatto nel mio piccolo su facebook, twitter e meemi. Buona notte a tutti 🙂

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 7 maggio 2011 in Sport

 

Tag: , ,

Djocovic oltre ad essere forte e anche un simpaticone…


Djokovic nel club dei big
A Melbourne il primo Slam

Il serbo vince il primo grande torneo della carriera interrompendo
tre anni di dominio di Federer e Nadal. Nella finale dell’Australian
Open ha sconfitto il francese Tsonga in quattro set.

Novak Djokovic è nato il 22 maggio 1987. Ap
MELBOURNE (Australia), 27 gennaio 2008 – Il sogno del
giovane Ali, al secolo Jo-Wilfried Tsonga, di diventare il terzo
giocatore di colore, dopo Arthur Ashe e Yannick Noah, adissarsi sul
gradino più alto in uno Slam, si è infranto al cospetto di Novak
Djokovic che ha conquistato l’Open d’Australia imponendosi in quattro
set (4-6 6-4 6-3 7-6). E’ stata tuttavia da ammirare la tenuta del
francese che ha giocato con molta saggezza la sua prima grande finale
della carriera da autentico outsider.
IL MATCH – E lo si è visto da
subito perchè dopo aver perduto al servizio il game inaugurale, con
molta autorità ha "controbrekkato" il serbo facendogli capire che a
perdere non ci sarebbe stato. Djokovic ha rischiato di subire due break
filati e alla fine ha dovuto lasciare per strada il primo set di tutto
il torneo quando Tsonga ha infilato un lob in corsa di dritto di
difficoltà undici. Ma Djokovic è stato bravo e paziente ad aspettare il
momento buono che è arrivato nel settimo game del secondo set quando ha
preso il comando delle operazioni con il break che gli ha consentito
poi di pareggiare il conto dei set. Tsonga si è un po’ afflosciato, la
sua palla si è fatta meno perforante e Djokovic è andato a nozze per
tutto il terzo set, conquistato grazie al break del terzo gioco ma
concluso dopo aver sprecato 6 set point. Nel quarto set la gara ha
avuto un sussulto quando Djokovic ha accusato i crampi. Tsonga è stato
bravo a rimanere attaccato a Djokovic fino al tie-break, ma qui,
proprio sul più bello, ha ceduto arrendendosi per 7-2 dopo 3 ore e 6
minuti di grande tennis.
LE PAROLE DEL VINCITORE – "La
gioia che si prova – ha detto Djokovic in conferenza stampa – è
indescrivibile; ho sempre sognato questo momento fin da piccolo e sono
fiero per tutti i miei connazionali e per tutti i problemi che ha
passato la Serbia in questi anni. Sono sceso in campo molto nervoso
perchè ero il favorito e non sono abituato a ricoprire questo ruolo
nelle grandi finali. La chiave di tutto è stata il servizio: sono
migliorato molto e questo mi da tanta fiducia in più. Non credo che il
risultato di un singolo torneo possa cambiare la storia del tennis.
Federer e Nadal sono ancora i più forti e onore a loro che sanno
gestire queste pressioni riuscendo sempre a dare il meglio. Vi giuro
che non è facile".
QUASI RECORD – Djokovic entra
nell’albo dell’Open d’Australia a soli 20 anni e 8 mesi; nell’era Open
erano riusciti a fare meglio soltanto Mats Wilander nel 1983 (19 anni e
3 mesi), Stefan Edberg nel 1985 (19 anni e 11 mesi) e ancora Mats
Wilander nel 1985 (20 anni e 3 mesi). Tsonga entrerà domani tra i primi
20 giocatori del mondo, salendo fino al numero 18, mentre Djokovic si
avvicina prepotentemente a Rafael Nadal che a sua volta ha rosicchiato
qualche centinaio di punti a re Federer. Il tennis è salvo; il
bipolarismo Federer-Nadal, dopo 11 finali nelle quali a vincere sono
stati solo loro, sempre sparito. E Djokovic, che ha le armi, la tecnica
e la classe per vincere su tutte le superficie, è l’unico, con Maria
Sharapova, in grado di puntare nel 2008 al Grande Slam.

notizia http://www.gazzetta.it

Eccovi un po’ di video del grande tennista ..se vogliamo un po’ burlone…

Australia Open 2008 : Djokovic..è il vincitore!!!

 

Djocovic alle prese con le imitiazioni di Federer,Nadal,Volandri,Shaparova….

 

Djocokiv mentre imita Sampras e Ivanisevic…

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 gennaio 2008 in Sport

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: