RSS

Gates Torvalds uniti contro il colosso Googlei???

17 Mar

La strana coppia GatesLinux nata per contrastare Google

Il diavolo e l’acqua santa. Microsoft e l’Open Source, rivali da sempre, stanno oggi avviando prove tecniche di avvicinamento. In nome della compatibilità e dell’integrazione, pur senza rinunciare ognuno alle proprie prerogative. Ciò che fino a qualche mese fa sembrava non solo impossibile, ma anche totalmente improponibile, in questi ultimi giorni sembra trovare almeno segnali di disponibilità da entrambi i "contendenti".
Il miracolo di far dialogare Torvalds e Bill Gates, almeno attraverso intermediari autorevoli, l’ha patrocinato il Web 2.0, l’evoluzione di Internet prossima futura. E tutto per contrastare, alla fine, un terzo incomodo perché in questa storia un terzo incomodo c’è e cioè Google, con le sue applicazioni di office automation disponibili on line.
Per ora, a lanciarsi nelle prove tecniche di avvicinamento, sono i realizzatori di OpenOffice, la suite d’ufficio basata sul sistema operativo aperto "Linux" e in particolare l’associazione PLIO e, dall’altro lato, i programmatori di Microsoft Office. L’obiettivo, minimalista ma non per questo meno importante, è quello di rendere le due suite pienamente compatibili.
Ma cosa ci guadagnerebbe Microsoft da questa compatibilità? C’è da tener presente che l’open source ha raggiunto una significativa distribuzione nei sistemi informatici della pubblica amministrazione (sia negli Stati Uniti che in Italia) e nelle università. Di contro, l’Office di Bill Gates è l’applicazione più diffusa nei computer "personali" e in quelli di molte aziende private. Contemporaneamente, si va sviluppando sempre più il sistema dell’applicativo "on demand", utilizzato di volta in volta via Internet senza essere stabilmente "residente" sul computer dell’utente. Il dialogo tra queste tre diverse situazioni, giocoforza per tutti, diventa indispensabile.
Ed è proprio per questo che tra i due avversari di sempre, Linux e Microsoft, oggi si va instaurando un principio di "reciproca collaborazione", in modo da far cadere quelle incompatibilità che possono frenare lo sviluppo e la diffusione di entrambi i sistemi. Cosa che favorirebbe, appunto, solo il "terzo incomodo", Google, identificato come il nuovo punto di comparazione delle applicazioni "web based". Un nemico comune per i due nemici di sempre ha creato i primi segnali di un’impensabile "tregua armata".

link notizia

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 marzo 2008 in Computer e Internet

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: